La capacità di Stare Bene

La capacità di Stare Bene
19 agosto 2018 Spazio Synthesia

Star bene è una naturale abilità dell’essere umano.
E’ una tua innata capacità.

Quando gli chiesero se non si sentisse triste o arrabbiato per essere costretto a vivere in esilio, il Dalai Lama rispose: “I Cinesi mi hanno tolto tutto. Non permetto loro di togliermi anche la pace interiore”.

Le sue parole esprimono una verità profonda: siamo responsabili di come reagiamo agli eventi della vita. Possiamo non perdere la serenità e la capacità di star bene anche quando attraversiamo fasi difficili.

Se le esperienze fatte alla nascita e nella prima infanzia hanno permesso di sviluppare una fiducia di base nella vita congiunta con la capacità di mobilizzare le proprie risorse per fronteggiare gli imprevisti o le difficoltà, allora possediamo spontaneamente queste risorse.

LE ORIGINI DEL NOSTRO CARATTERE

Gli eventi all’origine della nostra vita hanno plasmato il nostro carattere. Il concepimento e la nascita, l’allattamento, il legame con nostra madre e lo sviluppo delle relazioni con entrambi i genitori e i fratellini hanno impresso un imprinting fondamentale in noi. Oggi possediamo la capacità di stare bene, oppure no in base a ciò che abbiamo vissuto e imparato così precocemente.

Ci sono anche molte cause che possono aver indebolito la nostra capacità di stare bene. In particolare la medicalizzazione della nascita avvenuta a partire dalla fine degli anni 50 ha creato carenze nel legame precoce tra madre e bebè, ma anche un parto traumatico, o uno stile educativo che non favorisce lo sviluppo di relazioni positive ne sono altri due esempi.

Alcuni indizi che nelle fasi precoci della nostra vita ci sono state difficoltà sono:

  • non siamo soddisfatti delle nostre relazioni intime, ma non riusciamo a trasformarle
  • tendiamo a sentirci schiacciati da ciò che ci sta succedendo
  • abbiamo difficoltà ad attivare le nostre risorse emotive
  • Ci capita di sentirci infelici o arrabbiati anche se non vediamo motivi per sentirci così
  • Proviamo ansia e preoccupazione anche quando potremmo essere in pace
  • Proviamo prevalentemente uno stato emotivo negativo (irritazione, tristezza, paura)
  • Abbiamo attacchi di panico
  • Tendiamo ad essere periodicamente depressi o irritabili, specialmente nelle fasi di cambiamento

COLTIVARE LA CAPACITA’ DI STARE BENE

La buona notizia è che possiamo ancora coltivare la capacità di stare bene.

Possiamo sempre coltivare le nostre innate capacità, sono come semi nella nostra psiche che attendono di germogliare e fiorire. E lo faranno appena forniremo loro il nutrimento adeguato.

Star Bene infatti è uno stato d’animo che va coltivato, in quanto è il risultato:

  • della trasformazione degli schemi emotivi e mentali che modellano le nostre vite
  • della guarigione delle ferite primarie e dei traumi precoci che non hanno permesso di sviluppare una o più risorse emotive indispensabili nella nostra vita adulta
  • dell’ampliamento delle nostre competenze relazionali

I PASSI DELLA RINASCITA INTERIORE

Per recuperare la nostra naturale abilità di star bene è necessario:

  • riconoscere che noi siamo responsabili di come ci sentiamo, e abbiamo il potere di cambiarlo
  • imparare come farlo, per poter prendere in mano la nostra vita e favorire la rinascita interiore
  • percorrere il sentiero di guarigione per il tempo necessario affinchè le nostre risorse interiori germoglino e crescano

Fondamentale per coltivare e sostenere la capacità di stare bene è sviluppare la competenza di essere aperti al proprio mondo interno, alle proprie sensazioni, ai propri pensieri, sentimenti ed emozioni. Questo non viene fatto attraverso la forza di volontà.

E’ piuttosto un processo organico di crescita che ha radici nel corpo e nel respiro. Per questo è da lì che si parte nei percorsi di crescita personale che propongo. Infatti i nostri processi corporei, emotivi e mentali sono integrati gli uni con gli altri, e si influenzano a vicenda.

Ritrovare il benessere emotivo e mantenerlo è più facile quando passiamo attraverso il corpo e il respiro. Sciogliere i blocchi corporei e respiratori ci permette di far emergere i motivi profondi della nostra fragilità e di superarli.

Grazie a questo processo avremo a disposizione più energia fisica, ma anche e soprattutto, più energia emotiva per affrontare le difficoltà quotidiane e per gioire.

 

a cura di Claudia Panìco 
psicologa e psicoterapeuta a orientamento corporeo e transpersonale

 

Commenti (0)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*